Conseguenze dei vizi della delibera di nomina dell’amministratore

  L’amministratore del condominio conserva i poteri conferitigli dalla legge, dall’assemblea o dal regolamento di condominio anche se la delibera di nomina (o quella di conferma) sia stata oggetto di impugnativa davanti all’autorità giudiziaria per vizi comportanti la nullità o annullabilità della delibera stessa, ovvero sia decaduto dalla carica per scadenza del mandato, fino a […]

Continua a Leggere

Poteri dell’amministratore condominiale

    Il potere, attribuito ex art. 1130, n. 4 c.c. all’amministratore condominiale, di compiere atti conservativi dei diritti concernenti l’edificio condominiale unitariamente considerato non può mai estendersi fino al punto da considerare in esso ricompreso anche il potere di proporre azioni risarcitorie di pertinenza dei singoli condomini. La legittimazione dell’amministratore del condominio non può […]

Continua a Leggere

La “prorogatio” dell’amministratore di condominio

    L’amministratore del condominio conserva i poteri conferitigli dalla legge, dall’assemblea o dal regolamento di condominio anche se la delibera di nomina (o quella di conferma) sia stata oggetto di impugnativa davanti all’autorità giudiziaria per vizi comportanti la nullità o annullabilità della delibera stessa, ovvero sia decaduto dalla carica per scadenza del mandato, fino […]

Continua a Leggere

Responsabilità dell’amministratore per impianti comuni con altri condomini

    L’amministratore di condominio risponde quale mandatario dell’erogazione della spesa relativa all’esercizio di servizi comuni, indipendentemente dal fatto che questi siano prodotti da impianti a loro volta comuni con altri condomini.   Corte di Cassazione, Sezione 2 civile Sentenza 9 aprile 2014, n. 8339 Integrale COMUNIONE E CONDOMINIO – CONDOMINIO – AMMINISTRATORE REPUBBLICA ITALIANA […]

Continua a Leggere

Diritto di critica nei confronti dell’amministratore e diffamazione

    In tema di diffamazione, per la sussistenza dell’esimente dell’esercizio del diritto di critica, è necessario che quanto riferito non trasmodi in gratuiti attacchi alla sfera personale del destinatario e rispetti un nucleo di veridicità, in mancanza del quale la critica sarebbe pura congettura e possibile occasione di dileggio e di mistificazione, fermo restando […]

Continua a Leggere

Revoca amministratore di condominio

    Ai sensi dell’art. 1129 cod. civ., l’amministratore può essere revocato in ogni tempo dall’assemblea e, quindi, anche prima della scadenza annuale senza alcuna motivazione ovvero indipendentemente da una giusta causa. La norma ha la finalità di assicurare che la gestione dei beni e dei servizi – che deve soddisfare gli interessi comuni – […]

Continua a Leggere

Condominio – contratto d’appalto – sicurezza sul lavoro – responsabilità dell’amministratore

  L’amministratore di un condominio assume la posizione di garanzia propria del datore di lavoro nel caso in cui proceda direttamente all’organizzazione e direzione di lavori da eseguirsi nell’interesse del condominio stesso ma, in caso di affidamento in appalto di dette opere, tale evenienza non lo esonera completamente da qualsivoglia obbligo, ben potendo egli assumere, […]

Continua a Leggere

Lavori di manutenzione e compenso straordinario all’amministratore

  Per eventuali lavori di manutenzione straordinaria del condominio, l’amministratore può pretendere un compenso straordinario ed ulteriore solo se ciò è stato deliberato dall’assemblea. l’attività dell’amministratore, connessa ed indispensabile allo svolgimento dei suoi compiti istituzionali deve ritenersi compresa, quanto al suo compenso, nel corrispettivo stabilito al momento del conferimento dell’incarico per tutta l’attività amministrativa di durata […]

Continua a Leggere