Locazione: il recesso orale del conduttore è nullo

      Il contratto di locazione ad uso abitativo, soggetto all’obbligo di forma scritta ai sensi dell’art. 1, comma 4, della l. n. 431 del 1998, deve essere risolto con comunicazione scritta, non potendo, in questo caso, trovare applicazione il principio di libertà delle forme, che vale solamente per i contratti in forma scritta per volontà […]

    Continua a Leggere

    Locazione commerciale – verifica idoneità del locale a cura del conduttore

        Spetta al conduttore dell’immobile destinato ad uso diverso dall’abitazione, di verificare che il bene ricevuto in consegna abbia tutte le caratteristiche, tecniche, amministrative e giuridiche, per poter essere adibito all’uso prefissato. È il conduttore che deve verificare che le caratteristiche del bene siano adeguate a quanto tecnicamente necessario per lo svolgimento dell’attività che […]

    Continua a Leggere

    Locazione e favoreggiamento della prostituzione

      Locare un immobile ad una prostituta non configura il reato di favoreggiamento della prostituzione, anche laddove il locatore sia consapevole che la conduttrice vi eserciterà la prostituzione. Diverso il caso in cui, oltre al godimento dell’immobile, vengano fornite prestazioni accessorie che esulino dalla stipulazione del contratto e che in concreto agevolino il meretricio, come […]

    Continua a Leggere

    Locazione e oneri del locatore

        In tema di locazione, salvo patto contrario, non è onere del locatore ottenere le eventuali autorizzazioni amministrative necessarie per l’uso del bene locato, pertanto, nel caso in cui il conduttore non ottenga la suddetta autorizzazione, non è configurabile alcuna responsabilità per inadempimento in capo al locatore, quand’anche il diniego di autorizzazione sia dipeso […]

    Continua a Leggere

    La forma del recesso dal contratto di locazione

        Il contratto di locazione ad uso abitativo, soggetto all’obbligo di forma scritta ai sensi della L. n. 431 del 1998, art.1, c.4, deve essere risolto con comunicazione scritta, non potendo, in questo caso, trovare applicazione il principio di libertà delle forme, che vale solamente per i contratti in forma scritta per volontà delle […]

    Continua a Leggere

    Omessa registrazione del contratto di locazione immobiliare

        In tema di locazione immobiliare (nella specie per uso abitativo), la mancata registrazione del contratto determina, ai sensi dell’art. 1, comma 346, della l. n. 311 del 2004, una nullità per violazione di norme imperative ex art. 1418 c.c., la quale, in ragione della sua atipicità, desumibile dal complessivo impianto normativo in materia […]

    Continua a Leggere