Riscossione locazione immobili di proprietà e gestione commercianti INPS

      Va esclusa l’insorgenza dell’obbligo di iscrizione nella gestione commercianti presso l’Inps del soggetto che si limiti alla mera riscossione dei canoni di locazione degli immobili rientranti nel proprio patrimonio. Deve, pertanto, escludersi in tal caso la ricorrenza dell’attività a cui la legge ricollega l’obbligo di iscrizione alla Gestione Commercianti ove essa consista esclusivamente nella […]

    Continua a Leggere

    Omessa denuncia da parte del conduttore dei vizi della cosa locata

      In materia di locazione di beni immobili, quando il conduttore, all’atto della stipulazione del relativo contratto, non abbia denunziato i difetti della cosa da lui conosciuti o facilmente riconoscibili, deve ritenersi che abbia implicitamente rinunziato a farli valere, accettando la cosa nello stato in cui risultava al momento della consegna, e non può, pertanto, […]

    Continua a Leggere

    Cessione di azienda e cessione del contratto di locazione

        In base a quanto disposto dall’art. 36 della L. n. 392 del 1978, deve escludersi che la cessione dell’azienda, relativa ad un’attività esercitata in un immobile condotto in locazione, produca l’automatica successione del cessionario nel contratto de quo, in quanto la successione è soltanto eventuale e richiede comunque la conclusione, tra cedente e […]

    Continua a Leggere

    Autoriduzione del canone di locazione

        In tema di locazione di immobili urbani per uso diverso da quello abitativo, la cosiddetta autoriduzione del canone costituisce fatto arbitrario ed illegittimo del conduttore che provoca il venir meno dell’equilibrio sinallagmatico del negozio. La norma di cui all’art. 1578 c.c. non dà facoltà al conduttore di operare detta autoriduzione, ma solo a […]

    Continua a Leggere

    Locazione: mantenimento dell’immobile in buono stato locativo

      In materia di locazione, sono escluse dal perimetro applicativo dell’art. 1576 c.c. (mantenimento della cosa locata in buono stato locativo) le riparazioni straordinarie implicanti un vero e proprio vizio strutturale dell’immobile per le quali gli unici rimedi previsti sono la risoluzione del contratto o la riduzione del canone. Sono, invece, riconducibili alla fattispecie in […]

    Continua a Leggere

    Violazione da parte dell’affittuario del regolamento condominiale

    Il condomino siccome principale destinatario delle norme del regolamento condominiale si pone nei confronti della collettività condominiale non solo come responsabile delle dirette violazioni di quelle norme da parte sua ma anche come responsabile delle violazioni delle stesse norme da parte del conduttore del suo bene. Pertanto, il condomino che abbia locato la propria unità abitativa […]

    Continua a Leggere

    Locazione: autoriduzione del canone da parte del conduttore

      In tema di locazione, al conduttore non è consentito astenersi dal versare il canone, ovvero di ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si verifichi una riduzione o una diminuzione nel godimento del bene, anche quando si assume che tale evento sia ricollegabile al fatto del locatore. La sospensione totale o parziale dell’adempimento dell’obbligazione del […]

    Continua a Leggere

    Locazione: restituzione della cauzione alla scadenza del contratto

      In tema di locazione, alla scadenza del contratto, non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, sorge in capo al locatore l’obbligo di restituire il deposito cauzionale versato dal conduttore a garanzia degli obblighi contrattuali e tale somma non può essere trattenuta dal locatore, salva l’ipotesi in cui egli proponga domanda giudiziale per l’attribuzione in […]

    Continua a Leggere