Lesione del decoro architettonico del condominio

    Ai fini della tutela prevista dall’articolo 1120 del Cc in materia di divieto di innovazioni sulle parti comuni dell’edificio condominiale, non occorre che il fabbricato, il cui decoro architettonico sia stato alterato dall’innovazione, abbia un particolare pregio artistico, né rileva che tale decoro sia stato già gravemente ed evidentemente compromesso da precedenti interventi […]

Continua a Leggere

Omessa denuncia da parte del conduttore dei vizi della cosa locata

  In materia di locazione di beni immobili, quando il conduttore, all’atto della stipulazione del relativo contratto, non abbia denunziato i difetti della cosa da lui conosciuti o facilmente riconoscibili, deve ritenersi che abbia implicitamente rinunziato a farli valere, accettando la cosa nello stato in cui risultava al momento della consegna, e non può, pertanto, […]

Continua a Leggere

Obbligo di partecipazione alle spese condominiali per il nuovo condòmino

    Ai fini di individuare l’insorgenza dell’obbligo di partecipazione alle spese condominiali si deve fare riferimento alla data di approvazione della delibera assembleare che ha disposto l’esecuzione dei lavori di straordinaria amministrazione sulle parti comuni, avendo la stessa delibera valore costitutivo della relativa obbligazione. Tale momento rileva anche per imputare l’obbligo di partecipazione alla […]

Continua a Leggere

Cessione di azienda e cessione del contratto di locazione

    In base a quanto disposto dall’art. 36 della L. n. 392 del 1978, deve escludersi che la cessione dell’azienda, relativa ad un’attività esercitata in un immobile condotto in locazione, produca l’automatica successione del cessionario nel contratto de quo, in quanto la successione è soltanto eventuale e richiede comunque la conclusione, tra cedente e […]

Continua a Leggere

Autoriduzione del canone di locazione

    In tema di locazione di immobili urbani per uso diverso da quello abitativo, la cosiddetta autoriduzione del canone costituisce fatto arbitrario ed illegittimo del conduttore che provoca il venir meno dell’equilibrio sinallagmatico del negozio. La norma di cui all’art. 1578 c.c. non dà facoltà al conduttore di operare detta autoriduzione, ma solo a […]

Continua a Leggere

Locazione: mantenimento dell’immobile in buono stato locativo

  In materia di locazione, sono escluse dal perimetro applicativo dell’art. 1576 c.c. (mantenimento della cosa locata in buono stato locativo) le riparazioni straordinarie implicanti un vero e proprio vizio strutturale dell’immobile per le quali gli unici rimedi previsti sono la risoluzione del contratto o la riduzione del canone. Sono, invece, riconducibili alla fattispecie in […]

Continua a Leggere

Condominio: diritto di agire in giudizio del singolo condòmino

    Il condominio non è un soggetto giuridico dotato di una propria personalità separata da quella di coloro che ne fanno parte. Esso è come un ente di gestione che opera in rappresentanza e nell’interesse comune dei partecipanti. L’esistenza di un organo rappresentativo unitario, quale appunto l’amministratore, non priva, tuttavia, i singoli partecipanti della […]

Continua a Leggere