Progetto-senza-titolo-83-min

    Rovina e difetti dell’immobile: responsabilità dell’appaltatore

          Costituiscono grave difetto di costruzione, ai sensi dell’art. 1669 c.c., i ponti termici presenti nelle unità immobiliari di proprietà esclusiva dei condomini. Trattasi, infatti, della manifestazione di un difetto costruttivo nella realizzazione della coibentazione termica dell’edificio che, permettendo un’eccessiva dispersione termica, provoca l’inefficienza dell’impianto termico e, a sua volta, fenomeni di condensa e […]

    Continua a Leggere
    cartello-cinghiale

    Richiesta risarcimento danni per collisione con animale selvatico

        Nell’azione di risarcimento del danno cagionato da animali selvatici a norma dell’art. 2052 c.c. la legittimazione passiva spetta in via esclusiva alla Regione, in quanto titolare della competenza normativa in materia di patrimonio faunistico, nonché delle funzioni amministrative di programmazione, di coordinamento e di controllo delle attività di tutela e gestione della fauna […]

    Continua a Leggere

    Risarcimento del danno parentale

      Per ottenere il danno parentale non occorre che dal decesso di un soggetto derivi un drastico cambiamento delle abitudini di vita dei parenti, in quanto è sufficiente che ci sia un malessere psico-fisico che possa portare ad una malattia. La Cassazione ha chiarito che dalle lesioni inferte al danneggiato possono derivare, in astratto, per […]

    Continua a Leggere

    Garanzia per i vizi dell’immobile venduto

      In caso di vendita di un bene appartenente a un edificio condominiale di risalente costruzione, i difetti materiali conseguenti al concreto ed accertato stato di vetustà ovvero al tempo di realizzazione delle tecniche costruttive utilizzate, non integrano un vizio rilevante ai fini previsti dall’art. 1490 c.c. (garanzia per i vizi della cosa venduta), essendo […]

    Continua a Leggere

    Concorso di colpa del pedone investito

      Sussiste il concorso di colpa del pedone, investito dal conducente del veicolo, se questi tiene un comportamento particolarmente imprudente, quindi una condotta colposa come, ad esempio, attraversare di notte al di fuori delle strisce pedonali.   Corte di Cassazione, Sezione 6 3 civile Ordinanza 20 novembre 2017, n. 27524 Data udienza 18 maggio 2017 […]

    Continua a Leggere

    Circolazione stradale e danno cagionato da fauna selvatica

      Il danno cagionato da fauna selvatica è risarcibile se c’è colpa dell’ente pubblico proprietario e/o gestore della strada in cui è avvenuto l’evento dannoso. Infatti, il danno cagionato dalla fauna selvatica non è risarcibile in base alla presunzione stabilita dall’art. 2052 cod. civ., inapplicabile per la natura stessa degli animali selvatici, ma soltanto alla stregua dei […]

    Continua a Leggere

    Condominio e risarcimento danni per responsabilità da cose in custodia

        La condotta della vittima del danno causato da una cosa in custodia può costituire un “caso fortuito” ed escludere integralmente la responsabilità del custode, ai sensi dell’articolo 2051 del Cc, quando abbia due caratteristiche: sia stata colposa, e non prevedibile da parte del custode. Conseguentemente, il solo accertamento della condotta negligente della vittima […]

    Continua a Leggere

    Furto in appartamento tramite impalcatura installata dall’appaltatore

      In caso di furto reso possibile dall’omessa adozione delle necessarie misure di sicurezza in relazione all’impalcatura di proprietà e installata dall’appaltatore per effettuare lavori nello stabile condominiale, va escluso che possa automaticamente affermarsi sussistere a carico del condominio committente, ai sensi dell’articolo 2051 del Cc, una responsabilità oggettiva o presunta, “da custodia” della struttura, […]

    Continua a Leggere

    “Lesioni colpose” cagionate dal morso del cane

          Confermata in Cassazione la sentenza del Giudice di Pace di Mantova che aveva condannato un imputato per “lesioni colpose”, cagionate ad un soggetto dal morso del cane di sua proprietà. L’imputato era stato condannato in quanto questi non avrebbe “adottato tutti gli accorgimenti atti a tenere sotto controllo il proprio cane pastore tedesco”, […]

    Continua a Leggere