Condominio: vendita di un immobile e lavori straordinari

  Qualora venga alienato un immobile di proprietà esclusiva in condominio, nel quale siano stati deliberati lavori di straordinaria manutenzione per riparare un danno già cagionato ad un singolo condomino, eseguiti successivamente alla compravendita, al fine dell’identificazione del soggetto obbligato alla contribuzione alle spese condominiali, deve considerarsi che l’accertamento stesso dell’emergenza conservativa od emendativa di […]

Continua a Leggere

Condominio e trasferimenti di proprietà: sufficiente la dichiarazione del notaio

  Condominio e trasferimenti di proprietà: sufficiente la dichiarazione del notaio Il condomino può dare notizia all’amministratore di condominio dell’avvenuto trasferimento di un diritto, come nel caso della compravendita di un’unità immobiliare, oltre che tramite la trasmissione della copia autentica dell’atto di cessione, anche mediante la c.d. dichiarazione di avvenuta stipula rilasciata dal notaio rogante, […]

Continua a Leggere

Condominio e oneri condominiali per il nuovo acquirente

  In tema di condominio, le delibere relative alla ripartizione delle spese sono nulle, se l’assemblea, esulando dalle proprie attribuzioni, modifica i criteri stabiliti dalla legge o, in via convenzionale, da tutti i condomini. L’art. 63 secondo comma disp. att. c.c. limita al biennio precedente all’acquisto l’obbligo del successore nei diritti di un condomino di […]

Continua a Leggere

Lavori di manutenzione straordinaria e compravendita di unità immobiliare

  In tema di riparto delle spese condominiali concernenti lavori di manutenzione straordinaria sulle parti comuni (nella specie, alla facciata), laddove, successivamente alla delibera assembleare che abbia disposto l’esecuzione di tali interventi, sia venduta un’unità immobiliare sita nel condominio, i costi dei lavori gravano – secondo un criterio rilevante anche nei rapporti interni tra compratore […]

Continua a Leggere

Vendita di immobili abusivi

  Gli atti di trasferimento di diritti reali su immobili sono nulli, ai sensi dell’art. 40, secondo comma, della legge 28 febbraio 1985, n. 47, sia nel caso in cui gli immobili oggetto di trasferimento non siano in regola con la normativa urbanistica (nullità di carattere sostanziale), sia quando dagli atti di trasferimento non risulti […]

Continua a Leggere

Inadempimento del contratto preliminare di vendita

    In merito all’inadempimento del contratto preliminare di compravendita immobiliare, da parte del promissario acquirente, l’obbligo di quest’ultimo di restituire l’immobile, costituisce conseguenza giuridica della risoluzione del preliminare che rende indebita la protrazione della detenzione in quanto divenuta priva del titolo giuridico giustificativo per il venir meno dell’efficacia giuridica del contratto che ne autorizzava […]

Continua a Leggere

Contratto preliminare e agevolazioni prima casa

    L’effetto traslativo della proprietà ex art. 1376 c.c. discende dal contratto definitivo e non dal contratto preliminare di compravendita il quale comporta la mera insorgenza del diritto di concludere un contratto di compravendita. Tale soluzione non può che essere recepita anche in ambito tributario ai fini della conservazione dell’agevolazione fiscale.     Corte di […]

Continua a Leggere